Articoli

 

Un Cucciolo come medicina   (tratto dal settimanale "CHI" nov. 1998)
Il recente convegno che si è svolto a Mestre ha ribadito l'aiuto che i cani possono dare a persone affette da vari problemi.

Contro mal di testa e depressione può essere più utile fare le coccole al nostro cane piuttosto che imbottirsi di medicinali. È ormai un fatto certo che il nostro piccolo amico ci fa vivere meglio e più a lungo, e per questo la Pet Therapy, cioè l'utilizzo degli animali d'affezione come aiuto terapeutico in molte malattie, acquista sempre più importanza e viene anche accettata negli ospedali. Gli studi hanno dimostrato che la compagnia del cane riduce il rischio di infarto. Accarezzando il proprio animale si abbassano infatti la pressione e i livelli di colesterolo. Sembra inoltre che il cane possa prevedere l'insorgere di un attacco epilettico, di un coma ipoglicemico, di una sincope e anche di una crisi schizofrenica. Recentemente si è svolto a Mestre un importante convegno sulla Pet Therapy voluto dall'Anffas (Associazione nazionale famiglie di fanciulli e adulti subnormali), durante il quale è emersa chiaramente l'influenza positiva del cane su persone con problemi psichici o disagi sociali. La sua presenza facilita la socializzazione dei bambini autistici, l'inserimento di quelli adottivi e il recupero dei tossicodipendenti, e inoltre cura anche la solitudine delle persone anziane.

Roberto Allegri

 

UN ANIMALE COME TERAPIA   (tratto dall’Eco del Terraglio n°10 nov. 1998)

Fedele come un cane, ruffiano come un gatto, astuto come una volpe, muto come un pesce e ancora... pauroso come un coniglio, veloce come una lepre, dispettoso come una scimmia, sfuggente come un'anguilla e chi più ne ha più ne metta!

Dalla notte dei tempi l'uomo guarda con interesse e circospezione , curiosità ed affezione, il piccolo grande mondo degli animali. Cani, gatti, cavalli, delfini e persino i roditori sono davvero i migliori amici dell'uomo.

La Pet-Therapy (terapia dolce tramite l’animale da compagnia) lo ha capito fino in fondo, ha cioè colto appieno il grande potenziale terapeutico insito nel rapporto biunivoco uomo- animale. La ricerca sulle interazioni tra uomo e animale finalizzate al miglioramento delle qualità della vita umana da un punto di vista sia fisico che mentale è tema di grande attualità.

Dagli Stati Uniti, paese pilota in questo settore della ricerca, giungono risultati più che convincenti che hanno saputo attrarre l'interesse e stimolare l’approccio conoscitivo dei ricercatori in campo etologico, psicologico e sociale anche in Italia.

La Pet-Therapy inaugura un nuovo modo di intendere la funzione degli animali in ambito sanitario, riabilitativo, sociale ed assistenziale.

Il concetto chiave infatti risiede nell'uso appropriato di animali domestici e selvatici (più frequentemente cani, gatti, cavalli e delfini) per mezzo della loro presenza e della loro capacità di comunicare al fine di mitigare ed alleviare condizioni di malessere e disagio.

E' scientificamente provato infatti che in molti casi la semplice presenza di un animale determina una maggiore inclinazione al sorriso e un aumento di disponibilità al dialogo. Efficace rimedio per combattere la solitudine e la depressione, due mali molto diffusi nella nostra società individualista fino al parossismo; ottimo strumento anti-stress; "catalizzatore" sociale capace cioè di aggregare diversi membri di un gruppo, sia esso il semplice nucleo familiare o quello più numeroso di una qualsivoglia comunità; elemento di "distrazione" da problemi come l’incomunicabilità o il senso di rifiuto che spesso degenerano in forme più acute di nevrosi e di alienazione.

Il nostro amico "pet" (animale domestico) svolge davvero un ruolo importante nel migliorare la qualità della nostra esistenza quotidiana e potrebbe diventare un ausilio insostituibile nella cura di molte patologie gravi come l'handicap psicofisico, se questa terapia, oggigiorno ancora agli albori, trovasse nel nostro Paese la forza e soprattutto gli strumenti per affannarsi con maggiore rigore metodologico.

P.S. Messaggio riservato agli amici degli animali.

Memorizzate subito questo nuovo indirizzo telematico: www.amicianimali.it, grazie ad esso infatti, potrete accedere direttamente al mondo dei "quattro zampe" ed a quello più specifico della Pet-Therapy.

La connessione garantisce un'informazione mirata ed immediata sugli argomenti più svariati; notizie curiose e storie bizzarre vi faranno sentire ancor più legati alla grande famiglia degli animali.

Raffaela Cavallari