Gatti: Motti e Detti

Il gatto, nei secoli, ha ispirato una infinità di modi di dire, proverbi e sentenze popolari. Ciò é dovuto alla sua misteriosa quanto affascinante personalità.
Nel passaparola popolare, proprio dal confronto con il cane , il gatto delle sentenze e dei proverbi emerge come nettamente più "interessante".
Un famoso proverbio diffuso in molte lingue, recita più o meno così: "al buio tutti i gatti sono bigi".
IL modo di dire evidentemente allude alla superficialità e alla poca lungimiranza di chi non distingue tra cose diverse e tende a livellare tutto.
Chi non ha mai sentito dire: "ho una bella gatta da pelare"? E' una espressione comunissima e fa pensare ad una impresa difficile da intraprendere, difficile almeno......... "quanto togliere il pelo o semplicemente spazzolare una gattina vivace"! Di colui che invece se la cava sempre in modo brillante, si dice: cadere in piedi come la gatta! Non esiste altro animale domestico che abbia infatti le capacità atletiche dei piccoli felini di casa, "C'erano solo 4 gatti" Quattro gatti stanno sempre per pochi, per una presenza insignificante di persone.
L'astuzia e l'apparente doppiezza dei gatto diventano temi di uno dei motti più usati ed abusati. Il classico "qui gatta ci cova" esprime in modo colorito ed inequivocabile il dubbio che dietro l'apparenza si nasconda ben altro. Il simpatico gatto con gli stivali della fiaba di Perrault è il simbolo pressoché universale dell'astuzia, della finezza, dell'arte di arrangiarsi nel suo risvolto più positivo.
Tanto è saggio questo nostro micio quanto, a volte, specie nella sua versione femmina, diventa impaziente, avventato, come la citatissima "gatta frettolosa fa i gatti ciechi". Per gli antichi un gatto con il topo in bocca raffigura un uomo intrappolato dal suo nemico. "Giocare al gatto con il topo" significa comunemente infierire sulla propria vittima proma di finirla definitivamente, Un proverbio Tedesco dice: "I gattini imparano presto a prendere i topi", mentre i latini affermano che "i gatti che hanno paura dei topi muoiono presto di fame". Nei motti sulla bocca di tutti, anche i cani e gatti vanno sovente insieme: "guardarsi come cani e gatti" e la singolarissima espressione "piovono cani e gatti" tanto cara agli inglesi, significa piovere a catinelle. Ma ancora:
Al buio tutti i gatti sono neri. I gatti deboli vivono a lungo.
Quando il gatto è in mezzo ai sorci, è un leone.
Se si caccia il gatto dalla porta , rientra dalla finestra.
Spesso il gatto deve pagare quello che si è mangiato la cuoca.
Quando il gatto sta al sole in Febbraio, a Marzo si sdraia di nuovo sul focolare.
Quando si caccia il gatto dal piatto corre alla padella.
Se al gatto si mostra la salsiccia, non occorre dirgli: micio, micio,..
Quando il gatto accarezza qualcuno, sa ben egli perché.
Sornioni, doppi, distratti, ladri, casalinghi, ambigui, intelligenti, arguti, i gatti fanno da padrone nel mondo popolare dei motti e dei proverbi.